cropped-logoorologeria-2-2.png
Orologeria tedesca

il primo blog dedicato all'orologeria made in Germany

Orologeria tedesca

il primo blog dedicato all'orologeria
made in Germany

Laco Pro

Stuttgart & Karlsruhe

“Test completo dei due nuovi Flieger di casa Laco” 

 

Novità nel mondo degli orologi Pilot proveniente da uno storico brand che ha fatto di questo stile un caposaldo della sua collezione. Laco, nome conosciuto per la produzione degli affascinanti B-Uhr impiegati durante la seconda guerra mondiale, inaugura un nuovo capitolo con la linea PRO. Una piccola rivoluzione innovativa che nasce per evolvere, ma senza stravolgere, le caratteristiche di un orologio che ha affascinato intere generazioni di appassionati. Prima di addentrarci tra le novitá tecniche di questo nuovo modello, è doveroso dare un piccolo sguardo al passato per comprendere meglio la natura di questo interessante segnatempo. 

 

 

Laco, storica manifattura fondata nel 1925 da Frieda Lacher e Ludwig Hummel nel rinomato polo orologiero di Pforzheim. Chiamata inizialmente Lacher&Co, la manifattura ebbe sin dagli inizi un buon riscontro di vendite grazie al successo della giovane moda degli orologi da polso. Dopo aver utilizzato per alcuni anni movimenti svizzeri sui propri orologi, Hummel decise di uscire dalla società ed aprire una fabbrica che potesse soddisfare le crescenti richieste del mercato. Nasce così nel 1933 Durowe (Deutsche Uhrenrohwerkefabrik), una società partecipata che fornirà a Laco meccaniche di qualità per diversi anni a venire.

 

 

Nasce il mito dei B-Uhr

Coinvolta assieme ad altre manifatture nel progetto del B-Uhr, Laco contribuì alla produzione di orologi destinati ai piloti della Luftwaffe tedesca durante la seconda guerra mondiale. Il leggendario Laco B-Uhr, come richiesto da specifiche ministeriali, aveva una cassa in acciaio opaco del diametro di 55mm con anse dritte e lunghe in grado di accogliere un robusto e lungo cinturino di pelle. Tipico nel genere Pilot è la grande corona di carica a forma di cipolla che consentiva, grazie al fermo macchina, una precisa regolazione dell’ora. Precisione garantita dall’affidabile movimento a carica manuale D5 di Durowe. Un 22’’’ in linea placcato in oro con bilancere Guillaume (lega bimetallo), spirale Breguet, secondi centrali ed una marcia di 18.000 a/h.

 

foto-12

 

Ma è il quadrante ciò che rende immediatamente riconoscibile il B-Uhr, con due tipologie grafiche che caratterizzano le funzioni del B-Uhr. Il Baumuster A e B. Il primo, di tipo A, presenta 11 indici arabi culminati ad ore dodici con un triangolo tra due punti; il secondo, di tipo B, si diversifica per la presenza di un anello interno con le 12 ore mentre all’esterno trovano posto i classici 60’ minuti. Tutte queste caratteristiche furono utili ai navigatori nel calcolare la posizione in volo, attraverso i riferimenti astronomici del sole di giorno e della stella polare di notte.

 

Perché Laco Pro?

Oggi come in passato, anche se la destinazione d’uso militare è fortunatamente cambiata, gli orologi Laco esprimono la migliore qualitá costruttiva per conquistare gli appassionati piú esigenti. La numerosa collezione, formata da orologi ispirati alle linee dello storico B-Uhr, si impreziosisce con un nuovo modello Flieger chiamato Laco Pro. Progresso e Professionale sono alcune delle parole che descrivono l’origine del suffisso “Pro”, una linea di orologi innovativa e moderna, che accresce le giá molte qualitá di questo storico segnatempo.

 

1646599495910
1646597306795

Stuttgart & Karlsruhe

I due modelli, gentilmente prestati da Laco per questa recensione sono lo Stuttgart con il quadrante di tipo A e cassa in acciaio spazzolato, e il Karlsruhe con il quadrante di tipo B e cassa in acciaio sabbiato. Se il quadrante, rispetto al passato, non perde la disposizione originale degli indici B-Uhr, è la cassa la vera novitá di questo nuovo Laco Pro. Con uno spessore appena inferiore agli 11 mm, il nuovo Pro diventa qualche millimetro piú sottile rispetto alla cassa del modello Original, ma aumenta sensibilmente la sua robustezza, infatti grazie alla corona di carica a vite ed al fondello in acciaio, anch’esso serrato a vite, l’impermiabilitá del Laco Pro viene garantita fino ad un massimo di 20 Atm. Un risultato significativo che, pur non volendo sostituirsi ad un diver, ne favorisce le possibilità di utilizzo, anche in attività all’aria aperta.

 

La geometria delle anse del Flieger Pro cambia rispetto al modello “Original” ed acquista una nuova forma piú avvolgente che agevola il comfort al polso. Con una distanza da ansa ad ansa di soli 44,5mm, questo nuovo modello da 37mm risulta essere perfetto per polsi esili/medi, ma si presta anche a chi ama gli orologi non troppo grossi. Non nascondo che sul mio polso XL da 19mm la misura sia un po’ al limite, ma in questa stagione invernale e con vestiti molto spessi, il comfort sotto la giacca è stato eccellente. Per chi cercasse una dimensione piú proporzionata, il diametro della cassa, oltre a questo 37mm viene offerto anche nella misura da 40mm e 43mm. Dettaglio immancabile sugli orologi Laco è l’incisione al lato della cassa con lo storico codice di classificazione 23883, un piacevole richiamo agli orologi del passato. Anche il livello delle rifiniture è buono su entrambe le casse, sia ad occhio nudo che dalle immagini in macro non sono apparse imprecisioni o imperfezioni. La tipologia della finitura è molto soggettiva, quella spazzolata è forse piú moderna e richiesta, ma a me é piaciuto anche l’aspetto “Field” dato dalla cassa sabbiata.   

 

Le due tipologie di quadrante  A e B, con il classico fondo nero e indici bianchi, rimangono nella loro semplicitá il marchio distintivo di questi orologi Flieger. Rispetto al passato viene sostituita la pasta luminescente radioattiva delle sfere e degli indici usata durante la guerra, con una moderna ed innocua pasta SuperLumiNova C3. Per chiudere l’argomento quadrante, il vetro zaffiro, convesso da entrambi i lati e con trattamento antiriflesso interno, consente una buona lettura senza particolari riflessi fastidiosi. Come optional è possibile applicare il trattamento anche sulla parte esterna del vetro, non è una spesa indispensabile ma da amante della fotografia, mi avrebbe potuto aiutare ad eliminare qualche riflesso di troppo generato dal sole.   

 

Dal punto di vista meccanico, Laco offre due soluzioni made in Swiss per questo nuovo Flieger Pro, il calibro Sellita SW200-1 automatico e l’SW210-1 manuale. Due validissime soluzioni meccaniche praticamente identiche. Gli esemplari da me provati montavano il calibro automatico di Sellita, una garanzia in termini di affidabilità e precisione. La stessa Laco offre due possibili modifiche meccaniche; Elaboré e Top. Le differenze tra i due tipi di elaborazioni riguardano il tipo di materiale della spirale del bilanciere, dei rubini e del livello di regolazione della marcia fino ad un massimo di cinque posizioni. Secondo i miei rilevamenti già il livello Elaboré montato sui modelli in prova facevano segnare un ottimo scarto nell’ordine dei +5 secondi al giorno. Anche la corona di carica, non ha mai dato difficoltà o impuntamenti durante la regolazione, lasciando sempre un sicuro feedback del corretto serraggio.

 

Impressionante è il livello di personalizzazioni offerto dal configuratore on line di Laco. Con quasi 14.000 combinazioni, oltre alle finiture della cassa è possibile scegliere un infinitá di soluzioni come ad esempio, il diametro della cassa, il tipo di meccanica, lo schema del quadrante, la corona di carica a destra o sinistra, la presenza del datario e del colore del disco, le finiture del movimento come il perlage della platina o la viteria blu, il fondello a vista o pieno, cinturini in pelle artigianali, insomma davvero tantissime soluzioni utili per soddisfare gli appassionati piú esigenti. Per quanto riguarda l’argomento prezzi, le numerose opzioni non fanno levitare in maniera eccessiva il prezzo del Laco Pro. Gli orologi nella configurazione in prova costano 950€ per lo Stuttgart con quadrante di tipo A e cassa spazzolata, e 980€ per il Karlsruhe con il quadrante di tipo B e cassa sabbiata.

Polso da 16,5mm
Polso da 19mm

 

Il nuovo Laco Pro rappresenta una piacevole novitá nel mondo dell’orologeria tedesca, una perfetta sintesi tra il design storico dei Flieger e la migliore tecnologia contemporanea dei materiali. Un orologio tuttofare che regalerá tante soddisfazioni agli appassionati di questo genere. 

Ditemi invece voi come la pensate, ci sono altri orologi Flieger che possono essere interessanti per un eventuale confronto? Fatemelo sapere nei commenti qui sotto oppure sui miei social…sono curioso di conoscere le vostre impressioni!

A presto, Beppe

Condividi

Seguimi

Avviso
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments